Arbitrato e processo civile

Direttori di area:
Prof. Andrea Carlevaris, Dott.ssa Rosaria Giordano, Prof. Andrea Panzarola


Comitato editoriale:
Marco Farina, Aniello Merone, Roberta Metafora

Approfondimenti 03.08.2015

Specializzazione del giudice e organizzazione interna degli uffici giudicanti

di Leggi dopo

Il tema della specializzazione del giudice in generale, e del suo rapporto con la strutturazione interna degli uffici giudicanti in particolare, è stato a lungo trascurato nel nostro paese ed è per lo più rimasto confinato, sino a tempi molto recenti, nell’angusto e asfittico dibattito culturale che fin dall’Assemblea Costituente ha ruotato intorno al principio di unità della giurisdizione, con...

Approfondimenti 15.06.2015

Perentorietà del termine per la restituzione del fascicolo precedentemente ritirato e (ri)produzione in appello

di Leggi dopo

La Corte di Cassazione affronta due questioni importanti e tra loro connesse: la natura del termine entro cui deve essere restituito il fascicolo di parte ritirato all’udienza di precisazione delle conclusioni e la possibilità di depositare il fascicolo del giudizio di primo grado, ritirato e non restituito unitamente alla comparsa conclusionale, in appello, tenuto conto del divieto di nova...

Approfondimenti 28.05.2015

Le principali problematiche processuali nel procedimento per la liquidazione giudiziale del compenso dell’avvocato

di Leggi dopo

L’autore esamina le principali problematiche processuali con le quali, nel corso degli anni si sono confrontate dottrina e giurisprudenza, scaturenti dall’applicazione della nuova disciplina riguardante la liquidazione giudiziale del compenso dell’avvocato, ponendo a raffronto le analoghe tematiche sorte nel periodo anteriore alla riforma attuata nel 2011 dal legislatore con la semplificazione...

Approfondimenti 29.04.2015

Il valore probatorio della scatola nera tra normativa presente e progetti di riforma

di Leggi dopo

Omologo dei dispositivi presenti sugli aerei, ma in grado di misurare un numero di parametri nettamente inferiore, l’utilizzo di della c.d. scatola nera per le automobili è stato introdotto con lo scopo principale di registrare e rilevare i dati relativi alla condotta di guida e preservarli in caso di incidenti. Tuttavia, la sua utilizzabilità a fini giudiziari pone un triplice ordine di...

Approfondimenti 28.04.2015

Avvocato, vidimazione della parcella ante riforma sistema tariffario forense. Aggiornamenti giurisprudenziali

di Leggi dopo

La parcella del difensore, ove genericamente contestata, costituisce fonte presuntiva sia delle attività indicate, sia del valore della lite in relazione alla quale il compenso è preteso, riguardando la stessa lo svolgimento di prestazioni comprovate da atti processuali o intimamente connesse a tali atti sicché le contestazioni non possono che riguardare specificatamente le singole voci esposte...

Approfondimenti 25.03.2015

«Quanto resterebbe di un diritto»…senza un giudice che lo tuteli? Controlimiti costituzionali all’immunità...

di Leggi dopo

La sentenza della Corte costituzionale n. 238 del 22 ottobre 2014, che ha dichiarato incostituzionali gli articoli 3 della legge 14 gennaio 2013, n. 5 e 1 della legge 17 agosto 1957, n. 848 (quest’ultimo «limitatamente all’esecuzione data all’art. 94 della Carta delle Nazioni Unite, esclusivamente nella parte in cui obbliga il giudice italiano ad adeguarsi alla pronuncia della Corte...

Approfondimenti 24.03.2015

Brevi osservazioni sull’onere di specifica contestazione e il divieto di nova in appello nel rito del lavoro: la...

di Leggi dopo

Oggetto dell'indagine è la non contestazione nel processo del lavoro e nel processo in generale, nell'ambito delle possibili difese della parte. La sentenza della Suprema Corte 28 febbraio 2014, n. 4854, che si colloca nel solco di un diffuso orientamento giurisprudenziale in materia di c.d. rito del lavoro, offre lo spunto per una riflessione di ordine generale sui limiti della specifica...

Approfondimenti 19.03.2015

La notifica: i problemi applicativi della scissione degli effetti per notificante e destinatario

di Leggi dopo

La notificazione, sinteticamente definita come «il procedimento preordinato, attraverso l’attività di un soggetto qualificato, a portare un atto, giudiziale o stragiudiziale, a conoscenza di uno o più soggetti determinati», si traduce in una sequenza di atti. Il perfezionamento della fattispecie presuppone, pertanto, l’esaurimento di tutte le attività di cui si compone il tipo di notificazione...

Pagine