Arbitrato e processo civile

Direttori di area:
Prof. Andrea Carlevaris, Dott.ssa Rosaria Giordano, Prof. Andrea Panzarola


Comitato editoriale:
Marco Farina, Aniello Merone, Roberta Metafora

Approfondimenti 21.04.2016

Violazione di regole deontologiche e responsabilità civile dell’avvocato

di Leggi dopo

In tema di responsabilità civile dell'avvocato, i precetti deontologici possono integrare la clausola generale di cui all'art. 2043 c.c., atteso che il requisito dell'illiceità potrebbe sussistere ogni volta che si discuta di un danno eziologicamente riconducibile a una condotta del professionista che sia posta in essere in violazione appunto delle regole deontologiche (ove ovviamente dolosa o...

Approfondimenti 24.03.2016

L’arbitrato internazionale in tema di investimenti

di Leggi dopo

Il tema in discussione attiene specificamente all’istituto dell’arbitrato internazionale degli investimenti. A differenza dell’arbitrato commerciale, nell’arbitrato internazionale in materia di investimenti deve esservi necessariamente uno Stato in qualità di parte, la transazione economica sottostante deve essere necessariamente qualificata come “investimento” e la normativa internazionale di...

Approfondimenti 10.02.2016

Il patrocinio a spese dello Stato nelle attività stragiudiziali

di Leggi dopo

Tradizionalmente il patrocinio a spese dello Stato è stato concepito come istituto esclusivamente afferente allo svolgimento dell’attività giudiziale, quale forma tipica di tutela dei diritti, in osservanza del principio costituzionale che assicura la difesa in giudizio anche ai non abbienti.

Approfondimenti 13.01.2016

La novellata responsabilità civile del magistrato alla luce della giurisprudenza comunitaria

di Leggi dopo

Il presente lavoro si pone l’obiettivo di analizzare l’eventuale influenza che le decisioni della Corte di Giustizia dell’Unione Europea hanno avuto sulla recentissima riforma della responsabilità civile del magistrato, approvata dal Parlamento italiano con la l. n. 18 del 2015. Dopo un breve excursus storico-giuridico sulle diverse forme di responsabilità civile del magistrato che si sono...

Approfondimenti 07.01.2016

La riforma della legge pinto: l’equa riparazione spetta anche al soccombente nel giudizio presupposto. Prime...

di Leggi dopo

L’art. 55 della legge 7 Agosto 2012, n. 134, di conversione del decreto legge 22 giugno 2012, n. 83 (recante Misure urgenti per la crescita del Paese: c.d. decreto Sviluppo) ha modificato in maniera piuttosto incisiva, sia sul piano sostanziale che sul piano processuale, la disciplina relativa all’equa riparazione in caso di violazione del termine di durata ragionevole del processo,...

Approfondimenti 20.11.2015

La Suprema corte conferma la validità della sentenza resa esclusivamente in modalità informatica

di Leggi dopo

La terza sezione della Suprema Corte, con la sentenza n. 22871 del 10 novembre 2015, ha offerto un importante contributo sistematico in materia di processo civile telematico. La pronuncia, seppur con specifico riferimento alla sentenza redatta su documento informatico e sottoscritta con firma digitale, statuisce, con affermazione di respiro generale, che il d.l. 7 marzo 2005, n. 82 c.d. Codice...

Approfondimenti 18.11.2015

Il processo civile nell’eterno cantiere della riforma telematica: il d.l. 27 giugno 2015, n. 83 e la legge di...

di GRATIS PER 10 GIORNI

Nel vorticoso ed incessante moto riformatore della giustizia civile, in cui il legislatore pare trovare palliativo a tutti i mali, gli operatori del settore sono ormai abituati (e rassegnati!) all’idea e al rischio di un’ultima ed ulteriore riforma, sempre “necessaria ed urgente” e quindi delegificata. Questa volta, non ancora assestato il dibattito sul d.p.c.m. 13 novembre 2014 e a poco più di...

Approfondimenti 11.11.2015

Diritti reali e problematiche connesse al sequestro e alla confisca dei patrimoni: una prospettiva civilistica

di Leggi dopo

La tematica concernente le interferenze delle misure di prevenzione patrimoniali nel campo dei diritti reali ha sempre rappresentato un importante banco di prova al fine di assicurare – anche in un’ottica costituzionalmente e comunitariamente orientata – un “giusto processo” di prevenzione e quindi la tutela delle posizioni di soggetti terzi legittimamente estranei al sistema di economia...

Pagine