Note

Note 15.05.2014

La sospensione della provvisoria esecutorietà del decreto ingiuntivo: la nozione di gravi motivi e il tipo di...

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI MODENA – sez. I – 22 gennaio 2014 (ord.)  -  Nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, ai fini della sospensione della provvisoria esecutorietà del provvedimento monitorio opposto, il giudice, ai sensi dell’art. 649 c.p.c., deve valutare la sussistenza di "gravi motivi". La clausola generale "gravi motivi" deve interpretarsi nel senso che l'esecuzione forzata del decreto...

Note 12.05.2014

Circa gli effetti esecutivi della sentenza di divisione

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. II - 10 gennaio 2014, n. 406  -  CASS. CIV. - sez. II - 27 dicembre 2013, n. 28697  -  In tema di divisione giudiziale, la sentenza risolutiva delle contestazioni sul progetto e contenente l'assegnazione dei beni ai condividenti costituisce titolo esecutivo, con la conseguenza che ciascuno di costoro acquista non solo la piena proprietà dei beni facenti parte della quota...

Note 08.05.2014

Pratiche commerciali ingannevoli: nozione e struttura al vaglio della Corte di Giustizia

di Leggi dopo

CORTE GIUST. UE - sez. VI - 19 dicembre 2013, n. 281  -  Chiamata a precisare la nozione di “pratica commerciale ingannevole” la Corte di Giustizia ha chiarito che deve essere considerata tale la condotta imprenditoriale che soddisfi cumulativamente entrambi i requisiti di cui all'art. 6, par. 1, dir. 2005/29/CE: essa deve pertanto concretarsi nella fornitura di informazioni false o comunque,...

Note 05.05.2014

Competenza per territorio e sede della società

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. VI - 28 gennaio 2014, n. 1813  -  La decisione della Suprema Corte nella pronuncia annotata viene esaminata alla luce dell’art. 46 c.c., per cui in caso di divergenza tra la sede legale e quella effettiva, i terzi possono considerare quest’ultima come sede della persona giuridica anche ai fini della competenza per territorio, da individuare in base al luogo dove in concreto si...

Note 01.05.2014

Conferimento di incarichi professionali in pendenza di concordato preventivo e gruppo di società

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI ROMA - 1 aprile 2014, decr.  -  Deve escludersi che possano qualificarsi come atti di ordinaria amministrazione gli incarichi professionali conferiti, dopo il deposito del ricorso prenotativo, nell’interesse anche di altre società del gruppo ma con oneri ricadenti per l’intero sulla controllante, poiché, di regola, una società in concordato non ha ragione di assumere o comunque...

Note 29.04.2014

Pignoramento notificato al trust: la nullità è rilevabile d'ufficio?

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI REGGIO EMILIA - sez. II - 25 febbraio 2014, n. 370  -  Posto che è rilevabile d’ufficio la nullità del pignoramento affetto da un vizio talmente grave da rendere l’atto del tutto inidoneo allo scopo per cui è prescritto, non è possibile agire esecutivamente nei confronti di un trust considerandolo quale autonomo soggetto giuridico. Detto istituto, infatti, è da intendersi quale...

Note 24.04.2014

Uso del marchio notorio per prodotti non affini

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. I -27 maggio 2013, n. 13090  -  Deve riconoscersi al titolare di un marchio notorio il diritto di far vietare ai terzi l’uso dello stesso, ai sensi dell’art. 20 c.p.i., non solo per la stessa classe di prodotti per cui esso risulta registrato, ma anche in relazione a prodotti ad esso non affini merceologicamente (massima).

Note 21.04.2014

L’ordinanza di inammissibilità dell’appello ex art. 348-ter c.p.c., fondata su una questione di rito, è ricorribile...

di Leggi dopo

CASS. CIV. – sez. VI – 27 marzo 2014, n. 7273, ord. -  È inammissibile il ricorso straordinario per cassazione ex art. 111, comma 7, Cost. proposto avverso l’ordinanza, emessa ai sensi dell’art. 348-ter c.p.c., che dichiari l’appello inammissibile perché l’impugnazione non ha una ragionevole probabilità di essere accolta atteso il carattere non definitivo di tale ordinanza. È ammissibile il...

Pagine