Note

Note 04.01.2014

La connessione soggettiva tra le domande modifica la competenza territoriale del giudice del lavoro?

di Leggi dopo

CASS. CIV. - sez. VI - 26 novembre 2013, n. 26379  -  La pronuncia annotata costituisce l’occasione, per l’Autore, di ripercorrere la giurisprudenza di legittimità sulla complessa questione della modifica, ai sensi dell’art. 33 c.p.c., della competenza per territorio per ragioni di connessione c.d. debole per le controversie che, come quelle in tema di lavoro, sono assoggettate ad una...

Note 04.01.2014

La clausola di irriducibilità della penale di importo manifestamente eccessivo

di Leggi dopo

 CASS. CIV. - sez. lav. - 10 aprile 2013, n. 8768  -  La previsione pattizia di esclusione del potere del giudice di intervenire per ridurre equamente la penale d’importo manifestamente eccessiva ex art. 1384 c.c. è inefficace. Ciò in quanto, tale pattuizione, secondo la dottrina prevalente, è da ritenersi nulla. Tale regola si fonda sull’interesse pubblico sotteso alla norma di cui all’art....

Note 03.01.2014

Accertamento della condominialità di un bene tra rappresentanza reciproca dei singoli condomini e rappresentanza...

di Leggi dopo

CASS. CIV. − sez. un. − 13 novembre 2013, n. 25454  -  Con la sentenza n. 25454 del 2013, le Sezioni Unite della Cassazione hanno negato che, quando un condomino agisce per l'accertamento della natura condominiale di un bene, sia necessario integrare il contraddittorio nei riguardi di tutti gli altri condomini, allorché le parti non mettano in discussione la comproprietà dei soggetti assenti e...

Note 02.01.2014

Concorrenza sleale e nullità del marchio: il caso Gucci v. Guess

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI MILANO - sez. proprietà industriale e intellettuale - 2 maggio 2013  -  Non è possibile ravvisare la condotta di concorrenza sleale ai sensi dell’art. 2598, nn. 1, 2 e 3, c.c. allorquando i marchi sono dotati di un’indubbia forza distintiva sul mercato nazionale ed internazionale, tale da escludere nella percezione del consumatore alcun collegamento con l’attività del concorrente ...

Note 02.01.2014

Revocabilità degli atti negoziali contenuti nel provvedimento di omologazione di separazione consensuale

di Leggi dopo

TRIBUNALE REGGIO EMILIA – sez. II – 5 novembre 2013, n. 1672  -  È ammissibile la domanda di revocatoria di un trasferimento immobiliare reso nell'ambito di una separazione consensuale omologata. Invero, l'accordo con il quale i coniugi, nel quadro della complessiva regolamentazione dei loro rapporti in sede di separazione consensuale, stabiliscono il trasferimento di beni immobili o di diritti...

Pagine