Note

Note 11.04.2018

“Ciò che non fa la legge, lo fa il giudice, se capace”: azione di classe e previsione delle sottoclassi

di Leggi dopo

Lo scritto, prendendo in esame la giurisprudenza in materia di class action, punta a stabilire quale grado di amalgama, di compattezza, tra le varie posizioni soggettive dei class members, sia tale da giustificare l’esigenza della loro trattazione e decisione congiunta nelle forme dell’azione di classe. Dirimente, ai fini della decisione in esame, è la risposta alla seguente domanda: i diritti...

Note 10.04.2018

La rilevanza del nomen juris nella qualificazione del rapporto di lavoro: il difficile caso dell'informatore...

di Leggi dopo

La sentenza in commento si pone in linea di continuità con altre precedenti pronunce aventi ad oggetto il ricorso di un informatore scientifico che rivendicava la natura subordinata del suo rapporto di lavoro.

Note 09.04.2018

Il fallimento in estensione del socio accomandante con procura institoria

di Leggi dopo

La pronuncia in commento affronta la questione concernente l'estensione della declaratoria di fallimento di una società in accomandita semplice nei confronti del socio accomandante cui sia stata conferita una procura institoria, individuando, altresì, il dies a quo da cui far decorrere il termine annuale ai sensi dell'art. 147, comma 2, l. fall. Viene pure ribadito che il rigetto dell'istanza...

Note 05.04.2018

La sospensione-estinzione ex art. 624, comma 3, c.p.c. e l'estinzione del giudizio di opposizione: il cautelare...

di Leggi dopo

L'estinzione del processo esecutivo sospeso ai sensi dell'art. 624, comma 3, c.p.c. si determina (nella formulazione della disposizione introdotta dalla legge 18 giugno 2009, n. 69), oltre che in caso di mancata o tardiva introduzione o riassunzione della fase di merito del giudizio di opposizione, anche per effetto della successiva estinzione del giudizio di merito sull'opposizione, pur...

Note 05.04.2018

Is this the life we really want? Sulla illecita riproduzione delle opere visuali

di Leggi dopo

Lo scritto affronta il tema dell'illecita riproduzione delle opere di arte visuale. L'occasione è fornita da una recentissima pronuncia di legittimità in materia di plagio di un dipinto di arte contemporanea, che ha censito e confermato la giurisprudenza formatasi in materia, e da una pronuncia di merito.

Note 03.04.2018

La valutazione dello stato di abbandono morale e materiale del minore tra patologia psichiatrica e attualità dell...

di Leggi dopo

L'Autore prende in esame la valutazione dello stato di abbandono morale e materiale del minore. In particolare, il contributo analizza la correlazione tra la dichiarazione di adottabilità e la patologia psichiatrica del genitore, il parametro temporale di riferimento nella valutazione dello stato di abbandono morale e materiale ed, infine, il ruolo dei parenti e degli affidatari del minore.

Note 30.03.2018

La servitù di parcheggio: tra utilitas e commoditas

di Leggi dopo

La Cassazione interviene nella controversia tra proprietari di due distinti immobili confinanti avente ad oggetto il riconoscimento in capo ad uno di essi della avvenuta costituzione di servitù avente ad oggetto il parcheggio. La Corte ribaltando un orientamento ormai consolidato ha chiarito esplicitamente che all'interno dell'ordinamento giuridico italiano non vi sono ostacoli al...

Note 29.03.2018

Nozione unionale di danno ambientale e applicabilità ratione temporis della Direttiva 2004/35/CE

di Leggi dopo

Corte Giust. Ue

L'articolo 17 della direttiva 2004/35/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 aprile 2004, sulla responsabilità ambientale in materia di prevenzione e riparazione del danno ambientale, come modificata dalla direttiva 2009/31/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 aprile 2009, deve essere interpretato nel senso che, fatte salve le verifiche che incombono al giudice del...

Pagine