Note

Note 12.06.2018

La latitanza della compagnia di assicurazione alla procedura di mediazione delegata dal giudice rappresenta una nuova...

di Leggi dopo

La pronuncia in esame rappresenta un passo in avanti verso l'attuazione della Direttiva sulla mediazione 2008/52/CE conformemente a quanto sollecitato dalla Risoluzione del Parlamento europeo del 12 settembre 2017 che ha invitato «la Commissione e gli Stati membri ad applicare e mettere in atto misure di salvaguardia adeguate nei processi di mediazione al fine di limitare i rischi per le parti...

Note 07.06.2018

Le regole della concorrenza e i sistemi di distribuzione selettiva nel settore dell' e-commerce

di Leggi dopo

Corte Giust. Ue

La pronuncia in commento offre all'interprete significativi spunti di riflessione per “ripensare” la legalità con riferimento alle regole della concorrenza dei sistemi di distribuzione selettiva, alla luce delle recenti evoluzioni nel settore del commercio elettronico.

Note 05.06.2018

Libertà di autodeterminazione nella sfera privata e familiare e volontà di interrompere la vita

di Leggi dopo

La High Court rigetta una questione di incompatibilità tra il divieto di assistenza al suicidio, previsto dal Suicide Act 1961, ed il diritto alla autodeterminazione nella sfera privata e familiare protetto dall'articolo 8 della CEDU. 

Note 04.06.2018

RSU e vincolo associativo: la giurisprudenza di merito successiva al T.U. del 2014

di Leggi dopo

I giudici partenopei sono tornati a esprimersi su una delle classiche vexatae quaestiones del nostro diritto sindacale, vale a dire se il lavoratore, che rivesta la carica di r.s.u. in forza del risultato elettorale seguito alla sua candidatura sotto una certa “bandiera” sindacale, possa o meno continuare a svolgere le funzioni connesse a tale incarico anche dopo aver modificato la propria...

Note 01.06.2018

Ammissibilità dell'atto di appello e specificità dei motivi di impugnazione: il chiarimento delle Sezioni Unite

di Leggi dopo

Gli artt. 342 e 434 del codice di rito civile (nel testo formulato dal D.l. 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, in legge 7 agosto 2012, n. 134), vanno interpretati nel senso che l'impugnazione deve contenere una chiara individuazione delle questioni e dei punti contestati della sentenza impugnata e, insieme con essi, delle relative doglianze, affiancando alla parte volitiva...

Note 25.05.2018

Contratto a “valle” in violazione di intese vietate dalla Legge Antitrust

di Leggi dopo

La questione di diritto affrontata dalla Suprema Corte riguarda un contratto «a valle» (nella specie, un contratto di fideiussione che accede a un contratto di conto corrente bancario), e in particolare la sua nullità per violazione dell'art. 2 della l. n. 287 del 1990, in forza di un provvedimento della Banca d'Italia, nella sua veste di Autorità indipendente, sopravvenuto alla stipula del...

Note 22.05.2018

Scissione societaria e revocatoria: i limiti all'intangibilità dell'operazione

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI NAPOLI

La scissione societaria è una fattispecie a formazione progressiva, attraverso un primo atto di modifica dell'atto costitutivo della società, riferibile ai soci, e un secondo atto di gestione della società, rappresentato dall'atto di assegnazione degli elementi patrimoniali alla società beneficiaria, riconducibile ad un atto di disposizione a titolo gratuito e, come tale, revocabile ex art....

Note 15.05.2018

Arresto definitivo (?) sulla forma-contenuto dell'atto di appello

di Leggi dopo

Gli artt. 342 e 434 c.p.c., nel testo formulato dal D.l. 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, nella L. 7 agosto 2012, n. 134, vanno interpretati nel senso che l'impugnazione deve contenere una chiara individuazione delle questioni e dei punti contestati della sentenza impugnata e, con essi, delle relative doglianze, affiancando alla parte volitiva una parte argomentativa che...

Pagine