Note

Note 12.12.2019

Il deficit informativo nel rapporto medico-paziente quale autonoma causa di un danno alla salute e all...

di Leggi dopo

La violazione, da parte del medico, del dovere di informare il paziente, può causare due diversi tipi di danni: a) alla salute, sussistente quando sia ragionevole ritenere che il paziente, su cui grava il relativo onere probatorio, se correttamente informato, avrebbe evitato di sottoporsi all'intervento subendone le conseguenze invalidanti; b) da lesione del diritto all'autodeterminazione in se...

Note 10.12.2019

L'impianto intrauterino degli embrioni dopo il decesso del marito

di Leggi dopo

La vicenda in commento offre l'occasione di riflettere circa l'interpretazione e la portata dispositiva dell'art. 5 l. n. 40 del 2004. La norma richiede l'esistenza in vita di entrambi gli aspiranti genitori che abbiano fornito il consenso alla partecipazione al procedimento procreativo. Il dettato trascura altresì di specificare in quale fase tale requisito debba essere soddisfatto e se in...

Note 09.12.2019

La dibattuta problematica dell'azione revocatoria dell'atto di scissione: l'interpretazione della norma europea, in...

di Leggi dopo

In materia di fallimento, l'azione revocatoria esperita dal curatore ai sensi dell'art. 66 l.fall. non è soggetta al termine triennale di decadenza, previsto dal comma 1 dell'art. 69-bis l.fall., poiché è un'azione revocatoria ordinaria governata dalle norme del codice civile....

Note 05.12.2019

Gli effetti dell'estinzione anticipata dei contratti di finanziamento non finalizzati

di Leggi dopo

In ambito di estinzione anticipata di un contratto di finanziamento da rimborsare mediante cessione del quinto dello stipendio o delegazione di pagamento, la qualificazione di una voce del costo del credito come up-front o come recurring, ai fini della sua rimborsabilità, deve risultare secondo criteri di chiarezza e comprensibilità dal testo negoziale. In caso di dubbio, deve optarsi per la...

Note 04.12.2019

La responsabilità della pubblica amministrazione per il fatto illecito commesso dal dipendente: il sistema a doppio...

di Leggi dopo

Lo Stato o l'ente pubblico risponde civilmente del danno cagionato a terzi dal fatto penalmente illecito del dipendente anche quando questi abbia approfittato delle sue attribuzioni ed agito per finalità esclusivamente personali od egoistiche ed estranee a quelle dell'amministrazione di appartenenza, purché la sua condotta sia legata da un nesso di occasionalità necessaria con le funzioni o...

Note 02.12.2019

L'ordine di rinnovazione della notifica nulla: quali conseguenze in caso di invalidità della notifica rinnovata?

di Leggi dopo

Nell'ipotesi in cui venga disposta la rinnovazione della notifica nulla di un atto processuale, ove venga dichiarata l'invalidità anche della notificazione in rinnovazione, non è più possibile ordinare un'ulteriore rinnovazione ai sensi dell'art. 162 c.p.c., perché, quando la nullità è dichiarata la prima volta, il giudice assegna un termine per la rinnovazione, la cui natura perentoria non...

Note 28.11.2019

Recesso nella s.r.l. e applicabilità della disciplina prevista per la s.p.a. nel silenzio dell'atto costitutivo o...

di Leggi dopo

Nella s.r.l. con durata limitata nel tempo, al recesso del socio esercitato dopo la trasformazione della società in s.p.a., non può applicarsi in via analogica la disciplina di cui all'art 2437-bis c.c. dettata per la sp.a., stante la diversità dei due schemi societari e la prevalenza del diritto al disinvestimento dei soci di minoranza rispetto alla esigenza della stabilità del vincolo...

Note 26.11.2019

Sulla rinuncia preventiva all' indennità di avviamento commerciale: il senso imperfetto della Cassazione per l'impresa

di Leggi dopo

In tema di locazione di immobile ad uso non abitativo, la clausola contenente la rinuncia preventiva, da parte del conduttore, all'indennità di avviamento è nulla, benchè pattuita a fronte della riduzione del canone, ai sensi dell'art. 79 l. n. 392 del 1978, salva la facoltà del medesimo conduttore di rinunciare alla detta indennità successivamente alla conclusione del contratto.

Pagine