Note

Note 05.02.2020

La rilevanza usuraria degli interessi moratori: la parola alle Sezioni Unite

di Leggi dopo

Con l'ordinanza in commento, la Prima Sezione civile della Corte di Cassazione ha trasmesso al Primo Presidente, per l'eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la trattazione delle seguenti questioni giuridiche: se, alla stregua del tenore letterale degli artt. 644 c.p. e 2 l. n. 108 del 1996, avuto riguardo alle indicazioni emergenti dai lavori preparatori di quest'ultima legge, nonché delle...

Note 04.02.2020

Rinuncio a tutto, ma non alla multiproprietà

di Leggi dopo

Secondo recenti sentenze di merito, il diritto di multiproprietà reale non sarebbe suscettibile di rinuncia liberatoria ex art. 1104 c.c. La tesi non pare però convincente: se, da un lato, a tale rinuncia non osta la indivisibilità pattizia eventualmente convenuta ex art. 1112 c.c. (essendo indivisibilità e...

Note 03.02.2020

Il termine triennale per l'esercizio della revocatoria (fallimentare) previsto dal Codice della crisi di impresa e...

di Leggi dopo

L'azione revocatoria ordinaria esperita dal curatore fallimentare non è soggetta al termine triennale di decadenza  ex art. 69-bis l. fall.

Note 30.01.2020

Il licenziamento per g.m.o. del lavoratore a tempo indeterminato in somministrazione

di Leggi dopo

Deve anche escludersi che l'estinzione del contratto commerciale a tempo indeterminato (ad es. per risoluzione anticipata ecc.) possa di per sé giustificare il recesso dell'agenzia dal contratto di lavoro a tempo indeterminato, non potendo il potere datoriale di recesso essere svincolato dai presupposti di legittimità dettati dalla normativa sui licenziamenti individuali. In base a quest'ultima...

Note 28.01.2020

Verso una “medicalizzazione” della responsabilità contrattuale? Esercizi di (discutibile) riscrittura dell'art. 1218...

di Leggi dopo

Ove sia dedotta la responsabilità contrattuale del sanitario per l'inadempimento della prestazione di diligenza professionale e la lesione del diritto alla salute, è onere del danneggiato provare, anche a mezzo di presunzioni, il nesso di causalità fra l'aggravamento della situazione patologica, o l'insorgenza di nuove patologie, e la condotta del sanitario, mentre è onere della parte debitrice...

Note 23.01.2020

Azione di classe: analisi della prospettiva della Corte di Cassazione in tema di omogeneità

di Leggi dopo

Nei casi di danni non patrimoniali rivendicati nelle forme dell'azione di classe, il giudice deve identificare le situazioni soggettive lese, la qualità della relativa protezione a livello costituzionale (fuori dai casi di danni non patrimoniali da reato o da tipizzazione legislativa del fatto) e i termini concreti dell'effettiva serietà e gravità delle lesioni inferte e dei pregiudizi subiti....

Note 22.01.2020

I segni figurativi suscettibili di evocare una DOP alla luce della nozione di “consumatore medio”

di Leggi dopo

La Corte di Giustizia ha interpretato il regolamento (CE) 510/2006 relativo alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni d'origine dei prodotti agricoli e alimentari in riferimento all'effettività della tutela. Nello specifico, ha delineato i limiti all'utilizzazione in commercio di segni (ivi compresi i segni figurativi) suscettibili di evocare una DOP nella mente di un...

Note 20.01.2020

La violazione del diritto all'autodeterminazione e i presupposti per il risarcimento del danno-conseguenza

di Leggi dopo

La omessa o insufficiente informazione in relazione a un intervento sanitario causa due tipi di danno: 1) del diritto alla salute, ove sia provato che il paziente, se adeguatamente informato non si sarebbe sottoposto all'intervento; 2) del diritto alla autodeterminazione personale, risarcibile quale autonoma voce di danno ove il paziente alleghi che, a causa del deficit informativo, ha subito...

Pagine