Note

Note 01.06.2018

Ammissibilità dell'atto di appello e specificità dei motivi di impugnazione: il chiarimento delle Sezioni Unite

di Leggi dopo

Gli artt. 342 e 434 del codice di rito civile (nel testo formulato dal D.l. 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, in legge 7 agosto 2012, n. 134), vanno interpretati nel senso che l'impugnazione deve contenere una chiara individuazione delle questioni e dei punti contestati della sentenza impugnata e, insieme con essi, delle relative doglianze, affiancando alla parte volitiva...

Note 25.05.2018

Contratto a “valle” in violazione di intese vietate dalla Legge Antitrust

di Leggi dopo

La questione di diritto affrontata dalla Suprema Corte riguarda un contratto «a valle» (nella specie, un contratto di fideiussione che accede a un contratto di conto corrente bancario), e in particolare la sua nullità per violazione dell'art. 2 della l. n. 287 del 1990, in forza di un provvedimento della Banca d'Italia, nella sua veste di Autorità indipendente, sopravvenuto alla stipula del...

Note 22.05.2018

Scissione societaria e revocatoria: i limiti all'intangibilità dell'operazione

di Leggi dopo

TRIBUNALE DI NAPOLI

La scissione societaria è una fattispecie a formazione progressiva, attraverso un primo atto di modifica dell'atto costitutivo della società, riferibile ai soci, e un secondo atto di gestione della società, rappresentato dall'atto di assegnazione degli elementi patrimoniali alla società beneficiaria, riconducibile ad un atto di disposizione a titolo gratuito e, come tale, revocabile ex art....

Note 15.05.2018

Arresto definitivo (?) sulla forma-contenuto dell'atto di appello

di Leggi dopo

Gli artt. 342 e 434 c.p.c., nel testo formulato dal D.l. 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, nella L. 7 agosto 2012, n. 134, vanno interpretati nel senso che l'impugnazione deve contenere una chiara individuazione delle questioni e dei punti contestati della sentenza impugnata e, con essi, delle relative doglianze, affiancando alla parte volitiva una parte argomentativa che...

Note 04.05.2018

Lavoro a chiamata e diritto antidiscriminatorio: l'Europa non è un Paese per giovani

di Leggi dopo

L'articolo 21 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea nonché l'articolo 2, paragrafo 1, l'articolo 2, paragrafo 2, lettera a), e l'articolo 6, paragrafo 1, della direttiva 2000/78/CE del Consiglio, del 27 novembre 2000, che stabilisce un quadro generale per la parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro, devono essere interpretati nel senso che...

Note 27.04.2018

Spunti intorno alla distinzione tra donazione diretta e indiretta alla luce delle Sezioni Unite

di Leggi dopo

Il trasferimento per spirito di liberalità di strumenti finanziari dal conto di deposito titoli del beneficiante a quello del beneficiario realizzato a mezzo banca, attraverso l'esecuzione di un ordine di bancogiro impartito dal disponente, non rientra tra le donazioni indirette, ma configura una donazione tipica ad esecuzione indiretta; ne deriva che la stabilità dell'attribuzione patrimoniale...

Note 23.04.2018

Mutuo bancario in valuta estera e rischio di cambio: quando informazione, chiarezza e trasparenza lasciano (molto) a...

di Leggi dopo

Lo scritto affronta l’aspetto tematico centrale (e da cui, quindi, occorre prendere le mosse) rappresentato dall’ubi consistam degli obblighi di informazione e trasparenza che gli operatori economico-professionali (in primis, gli istituti bancari) sono tenuti a rispettare nell’ambito dei rapporti con la clientela.

Note 20.04.2018

L’opponibilità dell’acquisto del terzo acquirente della casa coniugale al coniuge assegnatario

di Leggi dopo

Nella sentenza in commento si discute della natura giuridica del diritto di godimento dell’immobile da parte del coniuge assegnatario e della sua opponibilità al terzo acquirente con individuazione degli strumenti di tutela esperibili da questo ultimo.

Pagine