Note

Note 07.11.2018

Il regime di impugnazione dell’ordinanza dichiarativa della litispendenza internazionale

di Leggi dopo

Corte di Cassazione

Avverso l’ordinanza con la quale il giudice successivamente adito sospende il processo sino a quando il giudice di altro Stato –preventivamente adito- non abbia affermato la propria giurisdizione va proposto regolamento necessario di competenza e non regolamento preventivo di giurisdizione; lungi dal costituire pronunzia sulla giurisdizione, tale ordinanza contiene infatti una valutazione...

Note 06.11.2018

Rilevanza della situazione economica del soggetto segnalato presso la Centrale Rischi e responsabilità negoziale dell...

di Leggi dopo

La violazione della disciplina riguardante le segnalazioni presso la Centrale Rischi della Banca d'Italia genera una responsabilità negoziale dell'intermediario, sul quale grava l'onere, in coerenza con i principi generali ex art. 1218 c.c., di dimostrare in giudizio l'adempimento dei propri obblighi, anche qualora essi derivino dall'integrazione ex lege del contenuto del contratto....

Note 05.11.2018

Translatio iudicii da un giudice all'altro: quando va pagato il contributo unificato?

di Leggi dopo

Il contributo unificato è dovuto ogni volta in cui vi è una iscrizione a ruolo di fronte a giudici di grado diverso, ovvero, quando la causa è iscritta a ruolo di fronte ad un giudice diverso da quello inizialmente adito.

Note 31.10.2018

Improcedibilità del ricorso per mancato rispetto dei limiti temporali delle notifiche telematiche

di Leggi dopo

Ai sensi dell'art. 16-septies d.l. 18 ottobre 2012, n. 179 convertito con modificazioni nella l. 17 dicembre 2012, n. 221, qualora la notifica con modalità telematiche venga richiesta, con rilascio della ricevuta di accettazione, dopo le ore 21.00, si perfeziona alle ore 7.00 del giorno successivo. È pertanto inammissibile, perché non tempestivo, il ricorso per cassazione la cui notificazione...

Note 26.10.2018

Quando si applica il principio della compensatio lucri cum damno: gli scenari futuri per gli assicuratori

di , Leggi dopo

In tema di compensatio lucri cum damno, la detrazione dell'attribuzione patrimoniale occasionata dall'illecito (o dall'inadempimento) dall'ammontare del risarcimento del danno ad esso conseguente presuppone, sul piano funzionale, che il beneficio sia causalmente giustificato in funzione di rimozione dell'effetto dannoso dell'illecito e, sul piano strutturale, che ad esso si accompagni un...

Note 25.10.2018

L’obbligo di alienazione delle partecipazioni non si applica alle società di gestione del servizio farmaceutico

di Leggi dopo

L’obbligo di alienazione delle partecipazioni societarie non è applicabile alle società di gestione del servizio farmaceutico costituite con farmacisti ex dipendenti in base all’art. 9 l. n. 475 del 1968.

Note 24.10.2018

Decorrenza degli effetti sostanziali e processuali della domanda in ragione della forma prescritta dell'atto...

di Leggi dopo

Resta ferma e non è manifestamente irragionevole la lettura dell’art. 426 c.p.c., che costituisce diritto vivente in forza della consolidata giurisprudenza di legittimità, secondo cui, all’esito del mutamento del rito, gli effetti sostanziali e processuali della domanda decorrono, non già in ragione della litispendenza che si radica alla stregua della forma concreta, ma errata, dell’atto...

Note 23.10.2018

Licenziamento del dipendente che effettua registrazioni occulte: bilanciamento fra diritto di difesa e diritto alla...

di Leggi dopo

La registrazione di conversazioni tra presenti, all'insaputa dei conversanti, configura una grave violazione del diritto alla riservatezza, con conseguente legittimità del licenziamento intimato.

Pagine