Articoli

Articoli 18.02.2014

Conoscenza legale (e non necessariamente effettiva) degli atti interruttivi della prescrizione

di Leggi dopo

La prescrizione estintiva è disciplinata dall’art. 2934 c.c. che dispone: «Ogni diritto si estingue per prescrizione, quando il titolare non lo esercita per il tempo determinato dalla legge. ― Non sono soggetti a prescrizione i diritti indisponibili e gli altri diritti indicati dalla legge». Dalla definizione codicistica emergono con chiarezza tutti i presupposti necessari ai fini dell...

Articoli 17.02.2014

La s.r.l. con capitale sociale di 1 euro: il punto (incerto) della situazione

di Leggi dopo

L’articolo analizza l’evoluzione normativa che ha caratterizzato, negli ultimi anni, la disciplina del capitale sociale della s.r.l. attraverso la previsione di diverse varianti di società con capitale ridotto (i.e., la s.r.l.s., la s.r.l.c.r. e, da ultimo, la nuova s.r.l. sottocapitalizzata ai sensi dell’art. 2463, commi 4 e 5, c.c.). Particolare attenzione è dedicata ai problemi...

Articoli 17.02.2014

Contratti per superare la crisi d’impresa

di Leggi dopo

Le riforme della legge fallimentare che si sono succedute negli ultimi anni hanno evidenziato un rapporto estremamente importante tra l’istituto contrattuale e la crisi d’impresa, secondo uno schema logico che vede nel contratto lo strumento giuridico per affrontare e risolvere il problema della crisi d’impresa.

Articoli 14.02.2014

Legittimità e operatività dei danni punitivi nell’art. 96, comma 3, c.p.c.

di Leggi dopo

Il terzo comma dell’art. 96 c.p.c., nella lettura offerta in questo saggio, può rappresentare la sede normativa di una sanzione indirizzata a punire la malafede o la colpa grave del convenuto quali connotati della condotta lesiva oggetto dell’azione civile; un rimedio, dunque, non esclusivamente rivolto alla repressione civilistica degli abusi endoprocessuali. Per tale via, si schiudono le...

Articoli 12.02.2014

Fatto e diritto nella prova del danno non patrimoniale da immissioni sonore

di Leggi dopo

In tema di risarcimento del danno alla persona da immissioni sonore intollerabili la giurisprudenza si è dimostrata oscillante: procedere senza indugio alla liquidazione equitativa in virtù del mero accertamento dell’intollerabilità oppure subordinare la tutela alla prova positiva di un’oggettiva patologia? La materia sembra prestarsi alla piena operatività di presunzioni (relative) di danno,...

Articoli 11.02.2014

Caducazione della clausola vessatoria e sopravvivenza del contratto: ricorso alla clausola implicita?

di Leggi dopo

Le clausole abusive rappresentano deroghe “irragionevoli” al diritto dispositivo. Taluni recenti orientamenti della Corte di giustizia dell’Unione europea hanno messo in discussione l’affermazione secondo cui a seguito della caducazione della clausola vessatoria il contratto va integrato con le norme dispositive. Secondo tali arresti della corte euro-unitaria la semplice non vincolatività della...

Articoli 06.02.2014

Intervento del terzo e preclusioni assertive

di Leggi dopo

La disciplina dell’intervento volontario ha da sempre attratto l'attenzione della più accorta dottrina e ha lungamente impegnato la giurisprudenza non solo di merito ma anche di legittimità. Opposte interpretazioni ricollegabili essenzialmente a tre diversi orientamenti, tese da un lato ad estendere agli intervenienti le preclusioni, anche assertive, maturate per le parti; e dall'altro, a...

Articoli 03.02.2014

Titolarità della contrattazione nazionale e rappresentatività sindacale dopo il Testo Unico del 10 gennaio 2014:...

di Leggi dopo

Nel riconfermare la soglia di rappresentatività richiesta per l’ammissione alla negoziazione, il Testo unico sulla rappresentanza, sottoscritto da Confindustria, CGIL, CISL e UIL il 10 gennaio 2014, non affronta il problema della sussistenza o meno del diritto delle organizzazioni sindacali che raggiungano il 5% ad essere convocate al tavolo delle trattative....

Pagine