Articoli

Articoli 28.05.2018

Il lavoro agile nella pubblica amministrazione: opportunità o illusione?

di Leggi dopo

L’art. 18, comma 3, l. n. 81 del 2017 estende l’applicazione della modalità di lavoro agile anche al lavoro nelle pubbliche amministrazioni, sia pure con una (usuale) clausola di compatibilità giuridica e con una (scontata) clausola di invarianza finanziaria....

Articoli 24.05.2018

Chi sono i lavoratori autonomi cui si applica il nuovo Jobs Act? L'art. 1 della l. n. 81 del 2017 (e il rapporto con...

di Leggi dopo

Alla luce della pluralità di tipologie contrattuali riconducibili all'area del lavoro autonomo, il contributo si propone di identificare a quali figure di lavoratori siano destinate le norme di tutela disciplinate dalla L. n. 81 del 2017 (cd. Jobs Act degli autonomi). Venuto meno il lavoro a progetto e ridisegnata la figura della collaborazione coordinata e continuativa, si delinea l'ambito di...

Articoli 23.05.2018

Il litisconsorzio nel processo amministrativo: tra ragioni di forma e di sostanza

di Leggi dopo

Dopo aver analizzato le peculiarità che connotano gli istituti del litisconsorzio e dell'intervento nel processo amministrativo, il contributo esamina l'interpretazione dell'art. 41, comma 2, c.p.a., fornita dall'Adunanza Plenaria, secondo la quale non è consentita al privato danneggiato la proposizione, innanzi al giudice amministrativo, di una domanda risarcitoria nei confronti del privato...

Articoli 10.05.2018

Omessa comunicazione al pubblico ministero della domanda di concordato e inammissibilità della procedura

di Leggi dopo

Il mancato ingresso del pubblico ministero nel procedimento di concordato preventivo non é per sé stesso fonte di alcun vizio dell'iter, trattandosi di soggetto non necessario al suo regolare svolgimento; tuttavia, quando tale assenza sia stata procurata dalla omissione della comunicazione di avvio del procedimento medesimo, dovuta al menzionato magistrato ai sensi dell'art. 161 comma 5 l. fall...

Articoli 09.05.2018

L'azione di arricchimento senza giusta causa nella giurisprudenza di legittimità

di Leggi dopo

Il Codice Civile del 1942 ha dato seguito ai risultati dell'elaborazione giurisprudenziale e dottrinale formatasi in assenza di un riferimento normativo, stabilendo che chiunque si sia arricchito, senza una giusta causa, a danno di un'altra persona è tenuto, nei limiti dell'arricchimento, a indennizzare quest'ultima della correlativa diminuzione patrimoniale.

Articoli 08.05.2018

Lavoro agile: anche il potere di controllo del datore diventa smart?

di Leggi dopo

Al capo II della l. n. 81 del 2017 è racchiusa una delle novità più significative recentemente introdotte dal legislatore. Esso è dedicato al lavoro agile o smart working, la cui regolamentazione si è resa necessaria a fronte di una realtà in crescita, fatta – attualmente – di circa 300.000 lavoratori, soprattutto nelle grandi imprese.

Articoli 03.05.2018

La tutela dell'autenticità ed integrità dell'accordo sulla nomina degli arbitri

di Leggi dopo

Le parti possono salvaguardare ex ante l'equidistanza dell'arbitro a fronte di future sopravvenienze, tramite il rinvio ad un regolamento precostituito, ovvero prevedendo delle specifiche disposizioni nella convenzione arbitrale. In mancanza di tutto ciò, sembra che la stessa volontà delle parti debba essere interpretata nel senso di voler tutelare l'indipendenza e l'equidistanza dell'arbitro a...

Articoli 24.04.2018

L'applicazione diretta dei principi costituzionali e delle clausole generali nei contratti assicurativi e di...

di Leggi dopo

Lo scritto analizza l’applicazione dei principi costituzionali nei rapporti contrattuali e, in particolare, nei contratti assicurativi e nei contratti di investimento nella prassi giurisprudenziale più recente.

Pagine