Approfondimenti

Approfondimenti 02.10.2018

La compensazione del credito sub iudice tra pretese di certezza ed esigenze di snellimento dei rapporti giuridici

di Leggi dopo

Il presente contributo prende in esame la ratio ed i requisiti dell'istituto della compensazione, al fine di indagare la coerenza della soluzione proposta dalla giurisprudenza in tema di compensabilità del credito sub iudice con le esigenze dei rapporti giuridici. In particolare, si approfondisce il significato del requisito della liquidità e di quello (inespresso) di certezza dei crediti.

Approfondimenti 25.09.2018

Gli ordini di protezione contro gli abusi familiari: una lettura

di Leggi dopo

Gli ordini di protezione contro gli abusi familiari promuovono, insieme alla comunità familiare, la dignità dei suoi singoli componenti....

Approfondimenti 24.09.2018

Ramo d'azienda e preesistenza: la verità non è mai una sola … (o forse sì?)

di Leggi dopo

Il contributo mette in discussione la necessità, al fine di configurare un ramo di azienda passibile di trasferimento, della sua preesistenza. Punto di partenza la, condivisibile, indicazione di metodo contenuta nella sentenza del Tribunale di Roma ove, dato atto che la CGUE ha il monopolio dell'interpretazione della Direttiva 23/01 e che ad essa non si può far dire ciò che non è coerente con...

Approfondimenti 20.09.2018

L'onere del ricorso ex art. 615, comma 2, c.p.c., al giudice dell'esecuzione

di Leggi dopo

La fase sommaria dell'opposizione successiva all'inizio dell'esecuzione va introdotta con ricorso al g.e. soltanto ove il debitore chieda la sospensione del processo esecutivo: si tratta di un onere, non di un obbligo. Il debitore, che non aspiri alla misura cautelare, può direttamente introdurre la fase a cognizione piena con citazione davanti al giudice competente. Se l'opposizione concerne...

Approfondimenti 17.09.2018

Profili della responsabilità del terzo per la sicurezza del lavoratore agile

di Leggi dopo

Il contributo esamina i profili di responsabilità che il terzo - imprenditore o non - ha nei confronti della tutela della sicurezza e della salute del lavoratore agile per quella parte di mansioni che questi svolga nei locali di cui il terzo stesso ha la disponibilità, al fine di valutare la tipologia di detta responsabilità anche alla luce della teoria del “contatto sociale qualificato”.

Approfondimenti 06.09.2018

L'efficacia vincolante delle decisioni antitrust nei giudizi di risarcimento dei danni

di Leggi dopo

Il tema della c.d. “vincolatività” delle decisioni antitrust in sede civile-risarcitoria evoca inevitabilmente quelli, più generali, del cd. public e del private enforcement delle norme antitrust in materia di intese e di abuso di posizione dominante, dei rispettivi ruoli ed interrelazioni.

Approfondimenti 31.08.2018

Tempo di lavoro e di non lavoro: quali tutele per il lavoratore agile?

di Leggi dopo

La flessibilità temporale, insieme ad altri elementi costitutivi, connota la prestazione di lavoro agile, così che la stessa possa risultare idonea a soddisfare, contestualmente, obiettivi aziendali di miglioramento della performance e incremento della produttività ed esigenze personali di conciliazione vita-lavoro dei dipendenti. In realtà, tale risultato è tutt'altro che scontato, se non è...

Approfondimenti 28.08.2018

Strumenti d'allerta, accesso alle procedure, concordato preventivo nella bozza di codice della crisi: un risultato...

di Leggi dopo

Già all’indomani della divulgazione della bozza di decreto delegato, ambiziosamente definito “Codice della crisi e dell’insolvenza”, è stato possibile constatare, nell’ambito degli “addetti ai lavori”, due tipi di reazioni, l’una di segno opposto all’altra. Da un lato, un giudizio ampiamente favorevole (già solo per il fatto di aver rimesso mano in modo finalmente organico – o quasi – alla...

Pagine