Homepage | Giustiziacivile.com

Approfondimenti

Soggetti e nuove tecnologie 24.02.2017

Sulla prassi notarile

di Leggi dopo

Possiamo convenire che nel mondo del diritto con il termine “prassi” si intende grosso modo il complesso di pratiche seguite da determinati operatori in uno specifico settore giuridicamente rilevante e in un contesto spaziale e temporale dato. È risaputo che una prassi può essere espressa da soggetti pubblici oppure da soggetti privati. Si dice comunemente che l'esercizio di una prassi presuppone la relazione della condotta operativa con un ordinamento e, più specificamente, con regole giuridiche di cui la condotta operativa è fattuale applicazione. 

Approfondimenti

Diritti reali e condominio 23.02.2017

Il trasferimento della “potenzialità edificatoria”. I diritti edificatori tra beni e situazioni giuridiche soggettive

di Leggi dopo

L'indagine che si appresti ad approfondire il delicato tema dei “diritti edificatori” deve immediatamente indurre a porsi, per chiunque si avvicini alla materia, un caveat scientifico, un imprescindibile invito alla prudentia ed una sana e realistica consapevolezza dell'insidia (o fallacia) nominalistica che potrebbe attirare in scivolosi tranelli e insuperabili labirinti argomentativi, fino a far nascere la sensazione (illusoria) di aver rinvenuto l'approdo definitivo in un contesto estremamente fluido alla stregua delle tradizionali categorie ordinanti del sistema, con il ricorso (non...

Approfondimenti

Lavoro 22.02.2017

Lavoro e controlli “difensivi” dopo il Jobs Act

di Leggi dopo

SPECIALE - Art. 4 dello Statuto dei lavoratori: la nuova disciplina dei controlli a distanza.   Il problema dei cosiddetti “controlli difensivi” è estremamente specifico e può essere trattato dando per acquisito lo stato di avanzamento del confronto, per ora essenzialmente dottrinale, sulle linee interpretative di fondo del novellato art. 4 della legge n. 300 del 1970.

Editoriali

Famiglia e successioni 21.02.2017

Il cognome del padre non si estende più ipso iure ai figli... o, meglio, continua a estendersi con qualche temperamento

di Leggi dopo

La Corte costituzionale ha scandito un ulteriore passo avanti del nostro ordinamento giuridico in direzione di una più completa attuazione del principio costituzionale della eguaglianza e pari dignità dei genitori nei confronti dei propri figli e dei coniugi tra loro, affermando, con la sentenza Corte Cost. n. 286 del 21 dicembre 2016, che è incostituzionale la norma che contempla l'estensione del cognome del padre, ipso iure, ai propri figli.